lunedì 26 dicembre 2011

Vergognamoci per lui

Dopo essere stato silurato dalla direzione del TG1, il buon Augusto ha avuto più tempo per pensare a se stesso. Infatti, gli impegnativi editoriali quotidiani non gli lasciavano tregua e necessitavano di una concentrazione e dedizione straordinarie. Minzolini era sicuramente provato da questo sforzo immenso. Provate voi, ogni giorno, per tutti i giorni, ad impacchettare editoriali in favore del Silvio senza essere ripetitivi o scontati. Augusto, con la classe che si ritrova (una terza media, credo), riusciva ad essere originale  ed eclettico. Un virtuoso del leccaculismo, insomma. Purtroppo, i tempi sono cambiati e lui non potrà più fornire alla Nazione le sue cronache berlusconiane. Tuttavia, e questo è il lato positivo della faccenda, Minzolini ha potuto provare dopo tanto tempo il gusto della libertà. Poteva, finalmente, soffermarsi un istante in più sulla sua vita. E invece no. Il pelatone, arditamente, ha voluto far sapere che lui tornerà. Questo ci ha spinti a chiedere, ancora un volta, un po' di solidarietà da parte vostra. Nonostante il tempo libero concessogli, Minzolini non ha saputo trovare quei pochi minuti che gli sarebbero serviti per vergognarsi. Così, chiedo a voi, gentili esseri umani, di donare un po' della vostra vergogna a questo riottoso personaggio, affinché egli possa, finalmente, ritrovare la retta via. La disoccupazione.

Nessun commento:

Posta un commento