venerdì 29 ottobre 2010

Capezzone: spavento!

ROMA -  Un "sinistro" individuo ha colpito il portavoce Pdl Capezzone, procurando a quest'ultimo alcune ammaccature al cranio. In ospedale, le condizioni del ferito non hanno destato preoccupazione. I medici hanno tranquillizzato tutti: "basterà soffiarci dentro, come nelle bottiglie di plastica".
Tuttavia, le condizioni dell'ex radicale erano parse disperate. Infatti, a pochi minuti dall'aggressione, Capezzone ha dichiarato: "non voglio dare la colpa alla sinistra". Lì per lì, i parenti si sono preoccupati sul serio, piangendo e paventando un handicap mentale irreversibile. Per fortuna, dopo l'intervento dei dottori, Capezzone ha riacquistato l'uso dell'intelletto affermando: "Grillo e Di Pietro sono seminatori di odio". Giubilo fra i conoscenti e amici.
Le acque, però, stentano a calmarsi: dopo Berlusconi e Belpietro, è stata la volta di Capezzone. Ora, i politici del Pdl hanno paura e tra le loro fila serpeggia l'inquietudine. Solo Gasparri non ha capito nulla e gira ancora senza scorta.

lunedì 25 ottobre 2010

Casta cara

http://www.antonioborghesi.it/index.php?option=com_content&task=view&id=314 (Grazie Magog!)

ROMA - Un segnale importante. La politica italiana, sempre considerata furba e ladra, ha potuto ribaltare questi giudizi di valore, assolutamente pregiudiziali nonché diffamatori.
E' stato Antonio Borghesi, deputato Idv, a dare la possibilità alla cosiddetta "casta" di redimersi e dimostrare al popolo di non essere quell'eterna sanguisuga che da anni succhia il denaro dalle tasche dei lavoratori.
Borghesi ha proposto l'abolizione del vitalizio che spetta ai politici dopo solo 5 anni di attività, perché, secondo lui, tutto ciò risultava essere un'enorme ingiustizia nei confronti di coloro i quali devono versare i contributi per 40 anni per ottenere la pensione. Ovvero, i cittadini che lavorano.
Ebbene, la proposta di Borghesi ha scosso le coscienze politiche. Ben 22 parlamentari su 520 hanno votato a favore. Contrari solo 498 politici.
Come si diceva, un segnale importante. Naturalmente, passa in secondo piano il fatto che i 22 favorevoli facciano parte del gruppo Idv.
Tuttavia, 5 parlamentari si sono astenuti e i presenti hanno organizzato in tempi rapidi un giro di scommesse interno, sperando di individuare gli indecisi. Mentre i pidiellini guardavano con occhio torvo i finiani, i leghisti hanno subito scommesso sui radicali; il pd ha puntato sulle sopracciglia di Casini, mentre il partito di quest'ultimo, rievocando il passato, si è rimesso a Dio; gli orazi hanno accusato i curiazi e viceversa; i guelfi hanno puntato sui ghibellini; Ratzinger ha affermato che "la pace è più forte della guerra" e Gabriel non tornerà nei Genesis.
Comunque sia andata a finire, gli astenuti, una volta rivelatisi, hanno potuto affermare di aver sofferto di un forte dilemma morale, sintetizzabile nella domanda: "è giusto rinunciare ai soldi per rispettare il lavoro di milioni di persone?". Comprensibile la loro sofferenza.

sabato 23 ottobre 2010

Vergognamoci per lui



BOLOGNA - Mai titolo fu più inappropriato, visto che la parte del corpo scelta dall'autore è assolutamente erronea. Avrebbe dovuto cercare più in basso e volgere lo sguardo al retro.
Tuttavia, Maurizio Gasparri, politico italiano esperto in esegesi del nulla, ha realizzato (tempo addietro, ma l'ho scoperto poco fa) un libercolo in cui traccia le linee guida del suo partito.
Chiaramente, stiamo commentando un capolavoro della filosofia politica. Finalmente, Machiavelli e Hobbes avranno un degno discepolo che, grazie alle sue infinite doti umanistico-politiche, potrà ribaltare una volta per tutte le antiche e vetuste convinzioni (es.: democrazia, meritocrazia).
Grazie.

lunedì 18 ottobre 2010

Linguaggi: la Chiesa si adegua ai giovani

http://www.webdiocesi.chiesacattolica.it/triveneto/trento/00020880_giovani.html
http://www.pgvallagarina.it/?p=1107

TRENTO - E poi dicono che la Chiesa non è vicina ai giovani. Per la "Festa diocesana adolescenti", la curia ha deciso di pensare alle nuove generazioni avvicinandosi ad esse per mezzo del linguaggio usato da queste ultime. La festa, infatti, è stata denominata "X QLCS di +", utilizzando l'ormai classico linguaggio "sms" che va tanto di moda fra i giovani. Questi ultimi hanno potuto sfruttare le loro conoscenze in materia, inviando messaggini telefonici al parroco che officiava la messa. I più interessanti sono stati proiettati su di un maxi schermo posizionato al posto del crocifisso, sostituito per l'occasione.
GiuliettaXXX93 ha scritto: "io lovvo la kiesa xkè mi fa parlare con Dio e so ke lui mi lovva 4ever"; Mirko dalle marke: "qui è figo xkè è pieno di xpetue"; Kikkina96: "Dio tvttb a kiodo"; Mikele_audiA8avant: "x me è 1 bn exere qui xkè sto cn gli altri e mi dvrt".
Dopo aver accuratamente evitato l'elogio della scrittura, il parroco ha potuto dimostrare ai presenti che l'amore di Dio giunge tramite Gesù che ne è il verbo: visto il titolo della festa, molto probabilmente è coniugato male.
La festa ha poi trovato il proprio culmine nella lettura della Bibbia eseguita direttamente dai giovani, i quali hanno letto le parti più salienti. Dopo qualche difficoltà iniziale, i presenti hanno potuto capire che "Adm" era Adamo, "Stn" era Satana e "Bb" equivaleva a Bibbia. Alcuni facinorosi hanno velatamente suggerito che, visti i tempi, "Bb" fosse traducibile con "Banda Bassotti". Provvidenzialmente, qualche chierichetto ha sventato l'infausta minaccia, somministrando ai presenti abbondanti dosi di incenso e acqua santa.
Fortunatamente, "Eva" è stato l'unico personaggio immediatamente riconoscibile.
Tuttavia, nessuno ha potuto impedire che alcuni ragazzi storpiassero il nome dell'attuale papa: Ratzinger, infatti, è stato nominato dai più come "Benedetto Pervi".

mercoledì 13 ottobre 2010

Ridacci il nostro ICI quotidiano

http://www.repubblica.it/economia/2010/10/12/news/esenzioni_ici_al_vaticano_commissione_europea_apre_indagine-7984529/index.html?ref=search

ROMA - Il commissario UE Joaquin Almunia ha aperto un'indagine formale relativamente ai privilegi fiscali (e non) del Vaticano. Se il ricorso di Frattini non dovesse andare a buon fine, la Chiesa dovrà pagare l'ICI e restituire tutto quello che, fino ad ora, non ha mai pagato.
Secca replica di Ruini: "oh merda!".
Secca replica di Bagnasco: "oh cazzo!".
Secca replica di Dio: "come si fa a credere a certe cose?".
Comunque sia, avendo timore di un eventuale pignoramento, mezzo Paradiso è già stato evacuato in forma preventiva.

lunedì 11 ottobre 2010

Processo greve

ROMA - Berlusconi, assistito da Niccolò Ghedini, ha stilato una lista di emendamenti che integreranno il processo breve e, soprattutto, lo renderanno assolutamente ed incontrovertibilmente costituzionale.
Brutta figura dell'on. Gasparri: il capogruppo PDL ha riso pensando si trattasse di una barzelletta.
Brutta figura di Dell'Utri: il co-fondatore di Forza Italia è già stato condannato.
Brutta figura della sinistra.
Berlusconi, rispondendo alle critiche provenienti dall'opposizione più radicale, ha affermato: "ancora una volta la sinistra semina odio, esattamente come i magistrati. La combutta comunista contro la mia persona è lampante. Scusate, ma adesso devo incontrare il mio amico Vladimir".
La Repubblica, visto il successo riscosso in primavera, ha già preparato le nuove "10 domande". Grande attesa per il Greatest Hits di gennaio.

Niente resterà impunito vol.2

Altra perla quotidiana dell'Adige, che non ha nulla a che fare con l' Oktoberfest.



sabato 9 ottobre 2010

Ahmadinejad al Papa, difendiamo la religione

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2010/10/09/visualizza_new.html_1734555442.html

TEHERAN - Ahmadinejad esorta Ratzinger a stringere un'amicizia spirituale, al fine di salvaguardare la religione. Il presidente iraniano, impaurito dalla secolarizzazione, ha inviato al Vaticano un messaggio contenente un invito alla difesa del monoteismo. Mai due religioni così diverse, eppure così uguali, sono state a tal punto vicine. Due fedi che, forse per la prima volta, pongono le rispettive divinità sullo stesso piano per difendersi dall'ateismo e dal relativismo.
Purtroppo, ai piani alti c'è chi non l'ha presa bene. Dio ha affermato: "non so chi sia questo Allah. Di certo non l'ho creato io". Casualmente, Allah ha proferito le medesime parole.
Un imbarazzato mutismo giunge rumoroso da Israele. YHWH, inviso al premier iraniano, ha preferito rifugiarsi nel silenzio stampa.
Attendendo la replica ufficiale del Papa, la Città del Vaticano ha potuto esprimersi attraverso le parole di alcuni porporati: "essendo al corrente delle scelte in materia etica e sociale promosse da Ahmadinejad, non possiamo far altro che sostenere questa sua mirabile iniziativa. Notevole, poi, l'idea della lapidazione".

Alcuni commenti sono giunti anche da Berlusconi: "a cosa serve avvicinare Iran e Vaticano? Io sono già amico di entrambi".

Niente resterà impunito

Benvenuti alla prima puntata di "Niente resterà impunito", la rubrica che prende a prestito nome e filosofia dal vecchio quotidiano comico "Cuore".
Il mondo di oggi ci regala splendide immagini di goliardia involontaria. Sarà dunque mio compito scovarle e restituirle sotto altra luce. Chiaramente per ridere.

Sarà l'Adige, uno dei due quotidiani trentini, ad inaugurare questa rubrica.

Presentazione

Questo blog nasce sabato 9 ottobre 2010, ore 14.30.
La voglia di mettere  per iscritto pensieri ed ispirazioni è stata troppo forte. La voglia di condividere il tutto con l'altrui pensiero anche.
E dunque, eccoci qui.
Sperando che il tutto sia gradito a voi, oh miei futuri lettori, io comincerò a trattare argomenti "a caso" (cit. Spyro). Non sono una persona troppo metodica e, in genere, non mi piacciono le definizioni date alle persone. "Stronzo", tuttavia, rappresenta una rara eccezione. Un'etichetta che a tutti sta bene. Ma non dilunghiamoci troppo.
C'è ancora tempo per poter esprimere il mio pensiero qui, su queste pagine virtuali che, credo, rappresentano l'unico spazio democratico esistente.

Per il momento chiudo qui, perché devo pensare ad un argomento che mi faccia incazzare o sorridere gioiosamente. Poi scrivo. E forse cazzio.


Ciao